Home Iliad Iliad continua la sua corsa: più di 5 milioni di utenti in...

Iliad continua la sua corsa: più di 5 milioni di utenti in Italia

Iliad continua a crescere: sforati i 5 milioni di utenti in Italia. Il prossimo obbiettivo? Raggiungere 6000 siti radio entro la fine dell’anno

Thomas Reynaud afferma che Iliad ha raggiunto oltre 5 milioni di utenti. Il prossimo obbiettivo? Raggiungere  6000 impianti radio entro la fine del 2020. L’attuale CEO del gruppo Illiad, Thomas Reynaud, in un’intervista al quotidiano francese Les Echos, ha svelato dati interessanti, che solo a Marzo, con la pubblicazione dei risultati finanziari del quarto trimestre 2019, verranno comunicati ufficialmente.

Iliad Italia è popolare tra i consumatori, di fronte a concorrenti che sono stati sanzionati con 228 milioni di euro. Stiamo vedendo in Italia quanto già visto in Francia con il lancio di Free Mobile. L’Italia è un enorme successo commerciale per iliad con più di 5 milioni di abbonati in soli 18 mesi.
Stiamo lavorando per trasformare questo successo commerciale in successo economico e costruendo la nostra rete con un obiettivo di 6.000 siti radio entro la fine dell’anno”

Quindi in Italia, come conferma lo stesso Reynaud, Iliad ha subito una forte crescita commerciale: ha di fatto superato oltre i 5 milioni di utenti in soli 18 mesi.

Thomas Reynaud, inoltre ha dichiarato che in Francia, Free supererà i 2 milioni di abbonati in fibra, questo grazie al fatto che Iliad è il principale operatore di fibra per quanto riguarda i nuovi abbonamenti, infatti collega un nuovo abbonato ogni 20 secondi.

Nonostante tra il 2018 e il 2019, vi sia stato anche un periodo alquanto difficoltoso, Reynaud ha anche affermato che Iliad ha aumentato gli investimenti, e assunto circa 1500 persone. Proprio grazie a questi investimenti e grazie all’aumento della forza lavoro, Free ha subito questa notevole crescita.

Iliad inoltre prevede per il 2020 una nuova Freebox:

“Lanceremo le nostre offerte business quest’anno. Meno della metà delle PMI francesi è collegata alla fibra, il mercato delle imprese è rimasto bloccato in un duopolio per troppo tempo. Come 20 anni fa, su dispositivi mobili, creeremo uno shock di innovazione, uso, semplicità e renderemo questi servizi accessibili alle piccole e medie imprese (PMI). Free ha una carta da giocare grazie alla sua infrastruttura e otto data center in Francia.

La nostra crescita in termini di quota di mercato sarà più lenta rispetto all’arrivo di Free Mobile, poiché le aziende sono purtroppo bloccate con contratti a lungo termine. Ma ci daremo il tempo per riuscirci. Free punta a una quota di mercato nel segmento business tra il 4 e il 5% entro il 2024.”

Ci sorprende ancora Iliad, la crescita non si ferma e gli investimenti nel nostro mercato continuano a dismisura. Ottimi i risultati raggiunti nel quarto trimestre del 2019, ma questo è solo l’inizio: tanti sono i passi da compiere per poter competere con le infrastrutture della concorrenza.