Torna il mese vero: ecco come e quando si adegueranno i 4 gestori

A breve ritorneranno i tanto desiderati rinnovi mensili: cosa faranno e come si adegueranno i 4 gestori Italiani? Cambia davvero qualcosa?

In questi mesi non abbiamo fatto altro che scrivere “ogni 4 settimane” oppure “ogni 28 giorni” – siamo pure arrivati al punto di desiderare un tasto sulla nostra tastiera che stesse lì pronto a scrivere in automatico questa antipatica frase. Ma ormai è questione di mesi  e grazie alla legge n.172/17 del 4 dicembre 2017 si ritorna ai classici e ben più “naturali” rinnovi ogni mese “vero”.

Ma è tutto oro quel che luccica? Come ben sapete, ovviamente no. Il ritorno alla fatturazione mensile in molti casi (tra breve vedremo gestore per gestore) ha portato solamente ad una diminuzione del numero annuale di rinnovi, mantenendo invariata la spesa annua (ripartita ora in 12, anziché 13 rinnovi).

Quali sono quindi i veri vantaggi? A impatto verrebbe da dire assolutamente nessuno, e questo è anche parzialmente vero, purtroppo. Però diciamo che gli aumenti mascherati dai gestori con i rinnovi ogni 28 giorni da molti non sono stati percepiti (in molti non hanno idea di pagare in un anno 13 volte, anziché 12). Chiaramente per gli utenti più attenti questo non può considerarsi un effettivo vantaggio. E’ invece una cosa non da poco per chi si ritrova con un vincolo: se volete scappare verso un’offerta più conveniente è il momento giusto! Se il vostro gestore ha infatti aumentato il costo mensile per adeguarlo, i vincoli decadono e potrete cambiare gestore senza oneri. Ma attenzione ai modem/devices a rate: in quel caso vi ritroverete a pagare le rate residue!

Ma vediamo nel dettaglio le misure adottate, gestore per gestore!

TIM (Dal 5 Marzo 2018)

  • Offerte Mobile:
    12 rinnovi in un anno, il costo complessivo annuale rimane invariato (ma aumenta il prezzo del singolo rinnovo);
    – Ciascuna offerta prepagata mobile si rinnoverà sempre nello stesso giorno del mese;
    Minuti, Giga ed SMS aumentano: il traffico incluso aumenta in modo proporzionale.

    Per ulteriori info, vi rimandiamo al nostro articolo dedicato.

  • Offerta di Rete Fissa
    – 12 rinnovi in un anno, il costo complessivo annuale rimane invariato (ma aumenta il prezzo del singolo rinnovo);
    – Bollette ora emesse ogni mese.

Vodafone (dal 25 Marzo 2018)

  • Offerte Mobile
    12 rinnovi in un anno, il costo complessivo annuale rimane invariato (ma aumenta il prezzo del singolo rinnovo);
    – Fanno eccezione esclusivamente i pacchetti Shake Remix, Junior e Easy Control, il cui costo di rinnovo non subirà alcuna modifica. Per questi pacchetti quindi la spesa annua diminuirà.
    I bundle non saranno ricalcolati: il traffico incluso in un anno risulterà quindi inferiore rispetto al passato.

  • Offerta di Rete Fissa
    12 rinnovi in un anno, il costo complessivo annuale rimane invariato (ma aumenta il prezzo del singolo rinnovo);

    Per ulteriori informazioni, anche per Vodafone, vi rimandiamo al nostro approfondimento.

WIND (Dal 4 Aprile 2018 per mobile, dal 5 Aprile 2018 per Rete Fissa)

  • Offerte Mobile
    12 rinnovi in un anno, il costo complessivo annuale diminuisce (Nessun aumento sul costo del rinnovo);
    I bundle non saranno ricalcolati: il traffico incluso in un anno risulterà quindi inferiore rispetto al passato;
    – Il gestore potrebbe rimodulare l’offerta in un secondo momento, tramite comunicazione preventiva.

  • Offerta di Rete Fissa (Wind Home, Infostrada, 3 Fiber)
    12 rinnovi in un anno, il costo complessivo annuale diminuisce (Nessun aumento sul costo del rinnovo);
    – Il gestore potrebbe rimodulare l’offerta in un secondo momento, tramite comunicazione preventiva.

    Per ulteriori informazioni, ecco il nostro approfondimento.

Tre ( Dal 24 Marzo 2018)

  • Offerte Mobile
    12 rinnovi in un anno, il costo complessivo annuale diminuisce (Nessun aumento sul costo del rinnovo);
    I bundle non saranno ricalcolati: il traffico incluso in un anno risulterà quindi inferiore rispetto al passato;
    – Il gestore potrebbe rimodulare l’offerta in un secondo momento, tramite comunicazione preventiva.

    Per ulteriori informazioni, ecco il nostro approfondimento.

Cosa ne pensiamo? Tim è la più chiara in assoluto: fornisce delle approfondite pagine sul sul suo sito web: sono facili da navigare e da comprendere e la scelta di non far perdere i bundle del 13° rinnovo distribuendoli proporzionalmente nei 12 ci è piaciuta ed è a nostro parere la scelta più giusta visto che il prezzo annuale resta invariato. Se continuiamo a parlare di chiarezza, siamo invece rimasti un po’ delusi da Wind Tre: la comunicazione è striminzita all’ osso, il costo annuale diminuisce e diminuiscono anche i bundle a disposizione, però il gestore si “mette in salvo” dicendo che comunicherà eventuali eventuali variazione. Sottotono Vodafone, che adegua la spesa annua in 12 rinnovi ma non ridistribuisce i bundle del 13° rinnovo, che vanno così persi, diminuendo il traffico dati complessivo annuo.

⚡️ Per non perdere una news, ricordatevi di seguirci su Telegram, riceverete una notifica ad ogni super offerta disponibile!