Home Recensioni RAVPower Luster 3200mAh: La recensione

RAVPower Luster 3200mAh: La recensione

Semplice, minimal, economica: la piccola powerbank by RavPower che vi salverà la vita e di cui non potrete fare a meno!

Poco spazio, tanto stile e marchio di qualità sono gli ingredienti giusti per una powerbank di successo e questa RavPower non manca certo di carattere! Stiamo parlando chiaramente della piccolina di casa, la sorella maggiore l’abbiamo testata qualche giorno fa, ma nonostante questo, tende senza dubbio a farsi rispettare!

Ravpower luster

Entriamo nel dettaglio:

CONFEZIONE – La confezione è semplice, di buona qualità e non troppo curata, all’interno di essa la ben più interessante powerbank RavPower da 3200 mAh di colore nero (è disponibile anche in blu, oro e rosa), 1 cavo USB piatto anti-ingarbugliamento, 18 Mesi di garanzia e infine la manualistica rapida.

20150708_101308-1

COSTRUZIONE – RavPower è già sicuramente sinonimo di affidabilità ed effettivamente non delude neanche in questo caso, molto solida e di ottima costruzione, forse un pelino più pesante di quanto ci si possa aspettare semplicemente guardandola. Ovviamente la portabilità e la discrezione sono i punti di forza di questo oggetto in test, utile per chi sa di non arrivare a fine giornata con la batteria dei propri dispositivi e non vuole portarsi dietro un piccolo “bagaglio a mano” con troppi mAh, ma questa, è un’altra storia!

Ravpower luster

UTILIZZO – Possiamo dire per certo, che una tra le cose migliori e più apprezzate di tutti i dispositivi di questo genere, sono i led che, a vista, ti aggiornano sullo stato di carica del powerbank. Qui che ne sono 3, ogni qualvolta che un led viene meno, dobbiamo calcolare circa 1000 mAh andati via!

La ricarica è veloce ed intelligente, grazie alla nuovissima e brevettata tecnologia iSmart, il disegno circuitale del prodotto è fatto in modo tale da rilevare e rilasciare automaticamente la corrente di ricarica ottimale per ogni dispositivo elettronico collegato, assicurando così una carica più veloce ed efficiente.

Altissima qualità assicurata da Batteria Classe A e microchip premium, progettati per essere sicuri, nelle rare eventualità di cortocircuito o sovraccarico, il caricatore si spegne in automatico preservando il dispositivo elettronico collegato da eventuale danni. A batteria scarica, sono necessarie 3-4 ore per ricaricare completamente il proprio dispositivo elettronico.

Non sono presenti più di una singola uscita USB e di questo non possiamo stupirci data la destinazione di questo prodotto, che si riserva ad una fascia di utenti che non vogliono dietro un mare di cavetti o un sacco di energia come se fossero a casa, semplicemente far “sopravvivere” il proprio smartphone fino a sera! Ingresso: 5V/1A ed Uscita: 5V/1A max.

20150708_101416

CONSIDERAZIONI FINALI – La powerbank RavPower qui in test ci è piaciuta davvero tanto, sopratutto per la manegevolezza (per farvi capire meglio, potremmo paragonarla ad un uniposca) e tutte le novità di sicurezza che proteggono i nostri gioiellini tecnologici, che fino ad adesso avevamo visto poche volte. La consigliamo perchè ha ricaricato i nostri dispositivi con velocità e qualità!

Si ringrazia Monica di RavPower.com


📱 Cerchi la tariffa perfetta per il tuo smartphone? O preferisci scoprire le migliori offerte Fibra? 👨‍💻

📰 Seguici su Telegram e su Google News per non perderti un articolo a tema risparmio.

Articolo precedenteTormentata da compagnia telefonica: per lei maxi-risarcimento
Articolo successivoRyanair, per il compleanno voli a prezzi stracciati