Home Telefonia Fissa Open Fiber: pubblicata la mappa dei comuni che saranno serviti

Open Fiber: pubblicata la mappa dei comuni che saranno serviti

Finalmente pubblicata online, da parte di Open Fiber, la mappa definitiva dedicata ai bandi indetti da Infratel, vinti lo scorso anno

Da un po’ ormai aspettiamo la lista ufficiale dei comuni, relativa ai bandi indetti da Infratel e vinti da Open Fiber, che saranno serviti dalla rete a banda ultra larga finanziata da Infratel Italia. Finalmente la lista è online e consultabile da tutti.

Open Fiber è la società attraverso la quale il Gruppo Enel insieme ha cominciato ad operare nel mercato della fibra ottica italiano. È incaricata di sviluppare la rete in fibra nelle zone a fallimento di mercato di tutte le regioni, ad eccezione, purtroppo, di Calabria, Puglia e Sardegna che saranno oggetto di un terzo bando. La Mission dell’azienda è “portare la fibra ottica a banda ultralarga (BUL) in tutta Italia utilizzando la tecnologia Fiber to the Home (FTTH) l’unica in grado di garantire e superare velocità di trasmissione fino a 1 Gigabit per secondo”. Si tratta di un operatore wholesale, che opera cioè nel mercato all’ingrosso, cedendo l’infrastruttura creata ai provider. Il grande vantaggio che ha Open Fiber è quello di approfittare, chiaramente grazie ad Enel, delle infrastrutture dove attualmente passano i cavi dell’energia elettrica, riuscendo in questo modo ad accrescere la rete in fibra senza operazioni particolarmente costose ed invasive.

Ad oggi però la lista ufficiale dei comuni relativi al primo e al secondo bando, vinti da Open Fiber, non era ancora nota. Ma nella pagina web adesso è comparsa una mappa dove è possibile trovare tutti i comuni della prima e della seconda gara divisi in 5 fasi, che rappresentano le future fasi di realizzazione.

Analizziamo le Fasi in cui rientrano i comuni:

  • Fase 0. Ne fanno parte i comuni in cui sono già iniziati i lavori;
  • Fase 1.  Ne fanno parte i comuni in cui sono già iniziati i lavori o cominceranno a breve;
  • Fase 2.  Ne fanno parte i comuni in cui i lavori dovrebbero partire la prossima estate;
  • Fase 3.  Ne fanno parte i comuni in cui i lavori dovrebbero partire a Gennaio 2019;
  • Fase 4.  Ne fanno parte i comuni in cui i lavori dovrebbero partire a Luglio 2019.

La consegna finale, prevista per gennaio 2021, è probabile che subisca dei ritardi, dovuti al tempo perso (diversi mesi) per l’autorizzazione all’avvio lavori da parte di Infratel.