Home Editoriale Lo smartphone di cittadinanza è realtà: in arrivo col Kit Digitalizzazione

Lo smartphone di cittadinanza è realtà: in arrivo col Kit Digitalizzazione

Il Governo vuole ridurre il divario digitale: 20 Milioni di euro per dotare di smartphone, app IO, e connessione gli Italiani che ne sono sprovvisti

Ufficialmente denominato “Kit di digitalizzazione” ed inserito nella manovra finanziaria 2021 dalla maggioranza, lo “smartphone di cittattinanza” sembra ormai essere quasi realtà. Lo scopo sarà quello di ridurre il divario digitale e sarà erogato solo a nuclei famigliari con reddito ISEE inferiore a 20.000€, a soggetti non titolari di abbonamenti internet (fisso/mobile) e saranno esclusi quelli che hanno già ottenuto il bonus banda larga.

smartphone di cittadinanza

Lo smartphone, uno a famiglia, sarà concesso in comodato d’uso gratuito, disporrà dell’app “IO” preinstallata, di un abbonamento ad internet e di un abbonamento a 2 organi di stampa (non specificato quali) che saanno consultabii quindi senza spese. Per la richiesta il cittadino dovra possedere l’identità digitale SPID.

Il governo per il Kit di Digitalizzazione ha allocato un budget pari a 20 Milioni di Euro, non chiaro ancora come e chi erogherà il bonus, le caratteristiche tecniche degli smartphone, gli organi di stampa coinvolti e nemmeno se sarà (come immaginiamo) gestito tutto dai gestori, come nel caso del bonus banda larga.

Qual è il vostro parere a riguardo? Siete pro o contro a questi bonus per ridurre (o almeno provare a farlo) il divario?