Home Vodafone Vodafone annuncia lo spegnimento del 3G, ecco cosa cambierà

Vodafone annuncia lo spegnimento del 3G, ecco cosa cambierà

Miglioramento del segnale 4G e transizione verso la rete 5G: questi sono principalmente i motivi per cui, a partire dal prossimo novembre, la rete 3G di Vodafone cesserà progressivamente di funzionare

La notizia era nell’aria già da diverso tempo e noi di Tariffando ve lo avevamo anticipato, ma adesso la conferma viene diramata dall’ufficio stampa di Vodafone: il 3G è pronto ad andare in pensione.

L’operatore rosso ha spiegato che i motivi di questa scelta risiedono principalmente nel potenziamento della GigaNetwork – e quindi, per estensione, nel potenziamento della rete 4G, che oltre ad utilizzare le proprie frequenze utilizzerà anche quelle attualmente a disposizione del 3G – e nel passaggio graduale alla rete 5G – che, in Italia, Vodafone ha lanciato ufficialmente nel mese di giugno scorso.

Cosa cambia, allora, per chi possiede uno smartphone esclusivamente 3G e/o una Sim con capacità inferiore a 128k? Fondamentalmente, l’utente sarà ancora in grado di inviare o ricevere chiamate ed SMS, ma non sarà in grado di usufruire del collegamento ad Internet e, di conseguenza, non avrà accesso a tutte le app che richiedono la connessione.

Nel comunicato ufficiale, Vodafone dichiara che gli utenti coinvolti riceveranno comunque un SMS di notifica con maggiori dettagli, laddove questi siano in possesso di uno smartphone 3G o di una Sim inferiore a 128k o entrambi. Inoltre, si rende noto che a questi clienti potranno essere avanzate offerte vantaggiose per cambiare smartphone e qualora siano in possesso di una Sim inferiore a 128k potranno richiedere una sostituzione gratuita della stessa in un qualsiasi centro Vodafone.

Resta invece invariata la connessione 2G, perciò i dispositivi che la supportano continueranno a funzionare regolarmente.

L’interruzione della connettività in 3G inizierà ufficialmente il prossimo novembre e la dismissione totale verrà raggiunta non prima di gennaio 2021.

Comunicato ufficiale Vodafone