Home Editoriale Il M5S propone un DDL contro le rimodulazioni e per la trasparenza...

Il M5S propone un DDL contro le rimodulazioni e per la trasparenza tariffaria

Con il DDL 1105 proposto da M5S i gestori non potranno rimodulare prima di 6 mesi e dovranno mettere ben in chiaro tutti i costi

Da oggi c’è il nuovo DDL 1105 (che potete visionare qui) firmato da alcuni senatori del MoVimento 5 Stelle che mira a ridurre le rimodulazioni tariffarie della telefonia (e non solo, coinvolte anche le pay TV) e ad aumentarne la trasparenza.

Con questo disegno di legge infatti, qualora venisse approvato i gestori non potranno rimodulare le offerte prima di 6 mesi dalla sottoscrizione.

Inoltre, tutti i costi dovranno essere messi ben in chiaro, includendo quelli dei servizi attivati automaticamente quando si attiva una nuova SIM, sia disattivabili che non disattivabili. Questo ha lo scopo di consentire un facile confronto dei costi tra i vari gestori, vista la pratica ormai consolidata di “nascondere” i costi extra dietro servizi aggiuntivi a pagamento ad attivazione automatica.

Vi aggiorneremo nel caso di ulteriori sviluppi.