Stop definitivo alla fatturazione ogni 28 giorni: il decreto diventa legge

Il decreto fiscale è adesso legge, addio fatturazione ogni 28 giorni: gli operatori hanno 120 giorni per adeguarsi alla fatturazione mensile

Il 14 novembre 2017,  la Commissione Bilancio del Senato approvò l’emendamento che blocca la fatturazione ogni 28 giorni, ma solo ieri, 30 novembre 2017, si è concretizzata la fine di tale fatturazione, con l’approvazione da parte della Camera dei Deputati. Finalmente il decreto è legge,  non ci resta dunque che dire addio alla fastidiosa fatturazione ogni 28 giorni che  obbligava ogni utente a pagare 13 mensilità, con un aggravio dell’8,6%.

Gli operatori telefonici, le Pay TV e servizi di comunicazione elettronica avranno 120 giorni per adeguarsi alla fatturazione mensile. Coloro che non si adegueranno entro il tempo previsto riceveranno sanzioni che vanno da un minimo di 240.000€ ad un massimo 5 milioni di euro. Ma non finisce qui: se gli operatori non si adegueranno entro i giorni previsti, verrà applicato un rimborso all’utente pari a 50€ una-tantum, maggiorato di 1€ per ogni giorno successivo alla scadenza del termine assegnato dall’Agcom.

Dalla legge sono esclusi  gli abbonamenti non rinnovabili o inferiori al mese e i gestori di  luce e gas, poiché, in questo caso “i costi sono vincolati ai consumi”.  La fatturazione ogni 28 giorni è un capitolo chiuso in maniera definitiva, speriamo però che il ritorno alla fatturazione mensile non provochi fastidiosi aumenti dei canoni.

⚡️ Per non perdere una news, ricordatevi di seguirci su Telegram, riceverete una notifica ad ogni super offerta disponibile!
  • Antonio Guarino

    Sia fisso che mobile?

    • Cirino P

      Si :)

  • Francesco Piccininni

    Quindi rimoduleranno anche chi ha già sottoscritto un contratto giusto? In questo caso levando una mensilità ci levano anche una parte del servizio quindi spero non aumentino i costi

    • Cirino P

      Speriamo che non aumentino i costi, staremo a vedere

  • Fed3x

    E mo vediamo se avranno la faccia tosta di rimodulare solo perché li hanno costretti a tornare al mese vero dopo che all’epoca il cambio a 28 giorni era stata una loro scelta che è ricaduta su di noi… Ma da sti ladri schifosi ci si può aspettare di tutto ormai…

  • Ferdy

    Si può interpretare come modifica unilatera del contratto? Ci da la possibilità di recedere dal contratto senza penali?

  • Maury

    La mia 13° mensilità costava solo 7 euro… mi ci gioco quello che vi pare che mi aumenteranno almeno di un euro al mese e così andrò a spendere come se quella 13° mensilità fosse 12 se non peggio. Vogliono aggiustà le cose e fanno danni!

    • Mattexx

      E’ normale ci sarà un aumento per compensare perchè tu paghi 7€ per 28 giorni non per 30 giorni a meno che non decidano di mantenere lo stesso prezzo regalandoti quei 2 giorni di differenza ma sta all’operatore decidere se farlo o meno.

  • Thaurux Thau

    A quanto pare la Tim già prevede un rincaro e quindi vanno a guadagnare lo stesso i soldi che si erano “rubati” con la 13sima mensilità quindi per loro 28 o 30/31 non cambia nulla… fanno ridere… GUARDATE LO SCREEN
    https://uploads.disquscdn.com/images/0cbfb759d645a19cb4ecc3fac4d565ea4495f0333b03980143a6ede35d0e3b01.jpg

  • XERuM-525

    Ovviamente riportare la fatturazione a 30gg avrà le sue conseguenze su larga scala per tutta una serie di motivi, si sarebbe potuto evitare non permettendo dall’inizio che si praticasse questo sistema sapendo che è sbagliato, in altre parole se sai che è sbagliato far arrivare il cane all’osso è ovvio che devi impedire che ci arrivi dall’inizio, perchè pensare di andare a toglierglielo dopo che ci è gia arrivato senza conseguenze è chiaramente da stupidi.

    • enrico

      Più che stupidi sono in malafede.E’ evidente che sono tutti collusi.
      Hanno fatto questa legge solo perché si avvicinano le elezioni; e quindi devono far vedere che fanno qualcosa.
      Ma intanto le compagnie hanno già rubato a man bassa..