Rimodulazioni pazze: serve subito una legge per fermarli!

Rimodulazioni e modifiche contrattuali senza sosta, ecco cosa è diventata la telefonia in Italia, serve uno stop e pure in fretta!

Le notizie che abbiamo pubblicato ieri sulle rimodulazioni pazze di Vodafone, il 4G nuovamente a pagamento di Tre e tutte quelle che si sono susseguite nelle scorse settimane e mesi sono veri e propri incubi per chi come noi ama il mondo delle telecomunicazioni. Un mondo ormai allo sfascio fatto di winback sottobanco a prezzi da “Cinesi” e di continue rimodulazioni che via via diventano sempre più assurde. Serve uno stop, immediato.

Tutto partì dai servizi di avviso via SMS di chi ci chiama a telefono spento o non raggiungibile, gratuiti da decenni e che adesso costano un capitale, da allora sta diventando tutto un grande disastro con uno Stato “incapace” di arginare questi fenomeni e con i gestori che stanno letteralmente facendo quello che vogliono, tanto basta dare i 30 giorni di tempo ai clienti per cambiare gestore gratis e sei in regola con le leggi del nostro bel paese: il problema è però dove passare dato che tutti gli operatori si “copiano” le rimodulazioni a vicenda!

Insomma, servizi che diventano a pagamento (e che aumentano sempre di più il prezzo), rinnovi ogni 4 settimane che introducono il 13esimo rinnovo annuale, servizi a valore aggiunto attivati automaticamente con canone mensile (TIM Prime Go, Vodafone Exclusive) di dubbia utilità, aumenti di prezzi delle offerte e winback a prezzi da bancarella con quintali di Giga: siete sicuri di risparmiare?

Quello che desideriamo vedere nella maniera più immediata possibile è uno stop concreto a tutto questo, con una autorità pronta a vigilare in modo totale su un mercato che coinvolge milioni di utenti in Italia e che sta vedendo un vero e proprio cartello con vere e proprie assurdità!
Stato Italiano, svegliati, SVEGLIATI! Non pensare alle stronzate!

⚡️ Per non perdere una news, ricordatevi di seguirci su Telegram, riceverete una notifica ad ogni super offerta disponibile!
  • The Mind

    Pienamente d’accordo. E ci vorrebbe una MEGA multa per tutti e quattro, partendo da Wind…

    • lv70r

      Le multe purtroppo, abbiamo visto dai precedenti, lasciano il tempo che trovano. Forse “restituire l’indebito guadagno” con 3, 6 mesi od un anno di forniture a canone ZERO agli utenti potrebbe far capire che i soldi costano.

  • Attilio Pi

    Sempre peggio… vogliamo parlare dei giga WInd ? Fino a qualche mese fa con 2 ci sguazzavo alla grande, ora con 6 a malapena arrivo a fine mese …

    • Emanuele Cannone

      Anche io ho Wind ma non vedo traffico anomalo, hai provato a controllare il consumo delle varie app?

  • Fabrizio

    Ma non si può scrivere tutti all’ AGCM? Fare una “class action”, un fatto 😂

  • nicola carlucci

    Una legge? I problemi di questo governo sono altri… Unioni civili tra gente dello stesso sesso, ridurre un operaio allo schiavismo da contratti di lavoro a tempo, osannare Marchionne per aver portato via la Fiat dall’Italia, dare posti dirigenziali al padre di Renzi ed al fratello di Alfano ecc ecc ecc… Figuriamoci se può pensare alle superpotenze delle telecomunicazioni, con le quali và a braccetto…

    • danitkd93

      Unioni civili. Ma che cavolo te frega se loro vogliono avere dei diritti come noi? A me sembra sacrosanto invece. Assurdo come una coppia non etero che magari ha condiviso insieme la loro vita sotto lo stesso tetto, come coppia, debba poi trovarsi legalmente parlando come fossero due sconosciuti.
      Ci sono storie di ragazzi che nel momento in cui il loro compagno è in fin di vita dopo una vita insieme sono costretti a dover dare la loro eredità a parenti legittimari che magari li odiano per quello che “non sono” e che non si so mai importati di loro fino alla fine dei giorni del ragazzo. Ti sembra giusto?

  • emobbasta

    Create una campagna Change.org! Con il vostro bacino di utenza forse si riuscirà a far qualcosa…

    • Mattexx

      c’è già https:// www. change. org/p/ministero-dello-sviluppo-economico-stop-alle-rimodulazioni-dei-gestori-telefonici

      • ilinux

        firmata e condivisa

      • emobbasta

        Non mi sembra sufficientemente chiara. Il problema è che sfruttano “il preavviso di 30 giorni” come specchietto per le allodole per cambiarti il contratto come e quando vogliono. Ti inducono a passare ad un’offerta che sembra vantaggiosa e in un secondo momento ti ricattano: o cambi contratto o cambi operatore. È truffa legalizzata. Questo è il nocciolo. Il discorso sulla tredicesima è un’altra cosa.

  • Tiwi

    mi avete semplicemente tolto le parole di bocca!
    complimenti x l’articolo..sono pienamente d’accordo con voi su tutti i fronti..
    prtroppo, dubito che lo stato muoverà mai un dito..
    forse, l’unico modo x cambiare qualcosa, sarebbe un intervento dei cittadini, o, più probabile, una decisione della comunità europea, che consenta ad altri operatori, esteri, di entrare nel nostro mercato

    Stato e Agcom, sono inutili, come lo sono stati fino ad ora, e come lo saranno in futuro

  • il favi

    Ma svegliati TU!!!! E scegliti un operatore che non ti tratta a sberle in faccia! Voi state ancora dietro a questa banda di 4 pescecani e vi meritate tutto quello che vi beccate. Sempre a dare la colpa allo stato. Ma dai, ma che stato? Ma muoviti tu piuttosto.

    • il favi

      Il mio operatore:
      -non ha mai rimodulato tariffe da che esiste
      -non ha mai attivato servizi a pagamento non richiesti da che esiste
      -ha gli anni di 12 mesi ed i mesi di 30 giorni, sì, proprio come la mia agenda ed il mio calendario, pensa te che stramberia
      -gli sms di chiamate perse sono GRATIS

      Voi prendetevela pure con lo STATO!

      • beppe9000

        E quale sarebbe, di grazia?

        • Andrea

          Illuminaci, quale operatore hai?

        • il favi

          coopvoce

      • pinoginoo.cm

        Peccato che solo i virtuali non rimodulano….

      • Thranduil Vala

        e chi sarebbe?

        • il favi

          coopvoce.

          • danitkd93

            Operatore virtuale = servizio di serie C.
            Già la 3 offre un servizio di serie B in confronto agli altri operatori in quanto a copertura 3g/4g.

          • il favi

            Ognuno pesa i vari aspetti, positivi e negativi, relativamente alle proprie esigenze. Io li ho provati tutti e questo soddisfa le mie. In più ho la tranquillità di non temere rimodulazioni e zozzerie varie che invece sono all’ordine del giorno per voi clienti del poker degli operatori normali. La cosa che invece resta ridicola è prendersela con lo stato o scrivere a DIBATTISTA. Mi ha fatto veramente ridere.

          • danitkd93

            Ma è lo stato tramite l’ente garante della concorrenza e del mercato a dover arginare questa situazione di sfruttamento di posizione dominante e cartello anticoncorrenziale in atto dai 4 operatori proporetari di infrastrutture in Italia.

          • il favi

            Trovo che esistano delle differenze sostanziali nell’offerta attuale e tu come consumatore hai secondo me lo spazio di manovra sufficiente per esprimere la tua preferenza. Io l’ho fatto.

          • danitkd93

            Differenze sostanziali nell’offerta? Quali? Si può solo scegliere tra operatori virtuali (corretti ma con copertura e servizio scadente, specialmente fuori città) e operatori proprietari di infrastrutture (in Media buon servizio ma a costi sempre più alti e con pratiche commerciali scorrette).

          • il favi

            Perché parli di problemi di copertura? Se c’è una cosa in comune fra operatori virtuali e non, è proprio la rete. Coopvoce prende dove prende TIM e questo vale per tutti gli altri virtuali. La copertura è un non-problema. Discorso diverso si può fare per la velocità della rete dati, ma non è una questione di si o no, è una questione di esigenze individuali.

  • beppe9000

    É un’assurdità come le tariffe del settore telefonia siano lievitate in maniera oscena…
    Poi tutta la faccenda del 4g a pagamento. Bah. Io sto bene con 1Gb (3g), 200 minuti e 200 sms per 4€/mese con TIM (finchè non rimodulano).

  • maxsv

    Io ho scritto a Di Battista tramite facebook evidenziando il problema. Se ognuno di Voi avesse voglia di contattare un politico, uno qualsiasi, prima o poi qualcuno ci ascolta… spero. Alla peggio non serve a nulla, ma proviamoci.

  • megamattia

    Non vedo perché lo stato debba intromettersi in aziende private

    • danitkd93

      Perché telecomunicazioni è un mercato di stretto oligopolio. È giusto che intervenga per lo meno a regolarlo.

  • pinoginoo.cm

    Vodafone avrebbe un cliente in più se non m avsse rimodulato la tariffa da 30 gg a 28…. e io starei ancora pagando 15 euro mese invece di 7….. mah forse al momento non c’ho ancora rimesso……..

  • Pingback: Wind: il piano base Wind 12 diventa Wind 2 e costa 2€ al mese | Tariffando.it()

  • Stranger

    Basterebbe prevedere penali nei confronti dei gestori che rimodulano a piacimento. Perché è fin troppo facile che loro possano completamente rivedere il contratto stipulato, mentre il povero consumatore non può far altro che recedere.

  • danitkd93

    Le soluzioni sono semplici. Togliere la dicitura “Per Sempre” dalle offerte che possono essere sottoposte a future rimodulazioni.
    In caso in cui si abbassa il prezzo di un servizio anche opzionale (es: 4g) se deve essere posto a rimodulazioni va dato un preavviso pari a 1 anno (e non 30 giorni) e in caso di clienti con abbonamento ultra annuale, se non è stato dato il preavviso prima di aver contratto abbonamento, la rimodulazione può avvenire solo a fine periodo di abbonamento.
    In caso poi di rimodulazioni di offerte che portano all’esborso di un prezzo pari a quello di un’altra offerta già nel listino e oggettivamente più favorevole, l’operatore sarà obbligato a chiedere al cliente se vuole passare gratuitamente a quell’offerta tramite SMS o chiamata da operatore.
    Poi in caso di mancata osservanza della relativa normativa oltre alle multe vanno rimborsati i clienti
    ripristinando l’offerta da loro sottoscritta.
    E infine deve essere data possibilità ad ogni cliente di poter provare un operatore per tot giorni gratuitamente in caso di portabilità, solo a fine di quel periodo va chiesto al cliente se vuole concludere la portabilità o tornare indietro al precedente operatore senza costi e senza perdere le precedenti offerte già attive.
    Ecco. Basterebbe includere secondo me queste 4/5 cose per rendere davvero trasparente un settore che oggi è solo una truffa legalizzata.

  • Matteo70

    A me fa ridere invece chi ha scritto che lo stato non centra con le compagnie telefoniche… chi ha scritto l’art 70 delle telecomunicazioni? Tutto é iniziato quando lo stato ha tolto i 2 euro di spese dalle ricariche….