Home Editoriale Netflix e YouTube abbassano la qualità dei video: internet non regge più

Netflix e YouTube abbassano la qualità dei video: internet non regge più

Internet è al collasso: L’unione Europea interpella Netflix e YouTube ed agiscono entrambi per migliorare la situazione

Questo 2020 macchiato già dall’inizio dal Covid-19 ha secondo noi un protagonista indiscusso: internet. Il web ci sta letteralmente tenendo compagnia in questa quarantena permettendoci di rimanere vicino a chi amiamo seppur in modo virtuale, di guardare film, serie TV e di fruire di tanti contenuti on-demand.

netflix youtube

Purtroppo a tutto c’è un limite e le infrastrutture di rete Italiane ed Europee lo hanno ormai raggiunto. In questi giorni è infatti possibile notare una lentazza anormale durante la navigazione spesso e volentieri a tutte le ore del giorno: i gestori fanno sapere che stanno ricevendo picchi di traffico dati mai visti prima. E’ quindi record assoluto.

Scende quindi in campo l’ Unione Europe che interpella 2 big di internet che rispondono immediatamente.

Netflix, ha accolto l’invito, abbassando il bitrate dei suoi contenuti video di ben il 25% – avremo quindi una qualità più bassa automaticamente e calerà il traffico dati.

YouTube, da oggi, visualizzerà i suoi contenuti scegliendo automaticamente la qualità 480p anche per connessioni veloci – resta però la possibilità di scegliere risoluzioni maggiori “a mano”.

Chi seguirà dopo? Prime Video di Amazon e Disney+, pronto a sbarcare in Italia nei prossimi giorni, sono avvisati.