Home Editoriale I cellulari fanno male? I 7 consigli delle “Iene”

I cellulari fanno male? I 7 consigli delle “Iene”

Le Iene, storico programma di Italia 1, nella serata di ieri hanno proposto un servizio che sta molto facendo discutere e sul quale è opportuno fermarsi a riflettere: i cellulari fanno male?

Sin da quando sono entrati in commercio e, più pragmaticamente, nella vita di tutti noi, attorno ai cellulari si è venuta a creare una grande domanda di carattere sanitario: sono pericolosi per la salute? La risposta, secondo i recenti studi scientifici, è sì, i cellulari potrebbero essere pericolosi per la nostra salute.

Ciò che fa preoccupare è la quantità di radiazioni emesse dalle radiofrequenze e la maniera in cui queste possono danneggiare i diversi apparati del nostro corpo.

Nella puntata andata in onda ieri 19 novembre, Le Iene di casa Mediaset sono tornate sull’argomento già trattato nel lontano 2013, portando alla ribalta nuovi risultati che non possono non destare delle preoccupazioni.

A parlare, questa volta, è la dottoressa Belpoggi, direttrice del Centro di Ricerca sul Cancro dell’Istituto Ramazzini di Bologna. La dottoressa, che da tempo mostra interesse ai risvolti negativi in materia di salute inerenti agli smartphone, ha condotto uno studio su un campione di topi da laboratorio, concludendo che ben l’1,4% di essi si siano ammalati di cancro al cervello in seguito all’esposizione alle onde elettromagnetiche emesse dai cellulari. Se questo dato fosse rapportato alla popolazione mondiale, spiega, sarebbero milioni le persone che rischierebbero di ammarlarsi di cancro.

Il fenomeno è arginabile? Apparentemente no. Ben 9 su 10 telefoni testati per le radiofrequenze falliscono l’esame, il che, tradotto in termini più semplici, significa che solo 1 telefono su 10 emana quantità di onde non pericolosa per la salute dell’individuo.

Ci sono, però, delle accortezze che si possono prendere per limitare quanto più possibile l’esposizione e le Iene le riassumono in un piccolo vademecum di sette regole.

  1. Evitare di tenere il cellulare attaccato all’orecchio;
  2. Usare, dove possibile, il vivavoce o gli auricolari;
  3. Non tenere il cellulare vicino al cuore o alle parti intime;
  4. Non dormire troppo vicino al cellulare;
  5. Non telefonare nei mezzi in movimento;
  6. Ricordare che il telefono emette radiazioni anche se non è in chiamata;
  7. Qualora il telefono venisse dato ai bambini, inserire la modalità aereo.

Queste regole non promettono un’esposizione nulla, vogliamo chiarirlo, ma vi aiuteranno senz’altro ad avere un rapporto più salutare con il vostro smartphone, soprattutto qualora lo usaste per lavoro o per prolungati periodi di tempo, ed evitare danni gravi sul lungo termine.

Servizio completo de Le Iene