Home Grandi Offerte Cashback di Stato: guida all’app IO, tra SPID e problemi tecnici

Cashback di Stato: guida all’app IO, tra SPID e problemi tecnici

Cashback di Stato e app IO: problemi, errori e lentezza: guida completa per abilitare il rimborso del 10% sui vostri acquisti

L’8 Dicembre parte il cashback di Stato, l’iniziativa pensata dal Governo e che vi rimborsa il 10% delle vostre spese effettuate con carte di pagamento. In questo articolo, vedremo come registrarsi sull’app “IO” e come abilitare le carte già in vostro possesso. Se non avete lo SPID, una CIE o non volete utilizzare quest’app, vi rimandiamo al precedente articolo, ove vi spieghiamo come procedere.

Cos’è il Cashback di Stato?

Cashback significa letteralmente “rimborso” – si, perchè con il Cashback di Stato è ora previsto un rimborso del 10% sulle spese effettuate con carte di pagamento nei negozi di qualsiasi genere. La misura, in partenza l’8 Dicembre 2020, mira a favorire i pagamenti elettroni e a ridurre di conseguenza l’evasione fiscale, incentivandone l’uso grazie ad un bonus dedicato a tutti i cittadini.

Come si partecipa?

La via da noi consigliata, è quella di avere una carta di pagamento che integra già al suo interno il rimborso: nel nostro articolo precedente vi consigliamo 3 conti gratuiti con questa funzionalità, da aprire direttamente da smartphone e in pochi minuti.

La via invece più complessa è quella di cui vi parleremo in questo articolo: sarà necessario avere l’identità digitale SPID oppure una carta d’identità elettronica CIE.

Requisiti per ottenere il bonus?

  • Essere maggiorenni;
  • Effettuare almeno 10 pagamenti a Dicembre 2020, Nel 2021, almeno 50 pagamenti ogni 6 mesi;
  • Spesa massima: saranno conteggiati massimo 1500€ di spese ogni semestre, quindi, massimo 300€ annui di cashback ottenibile. Solo a Diembre 2020, massimo 1500€ di spese conteggiate, per 150€ di Cashback;
  • Per ogni singola transazione è previsto un rimborso massimo di 15€.

Come si usa l’app IO – registrarsi e partecipare al Cashback di Stato

Veniamo al punto cruciale: l’app IO, si scarica da QUI e vi permette di accedere a tanti servizi della pubblica amministrazione Italiana, se non avete seguito l’articolo precedente vi sarà fondamentale per partecipare ed ottenere il cashback.

app io

Problemi tecnici: nel momento in cui scriviamo, l’app funziona piuttosto male, essendo presa d’assalto dai cittadini, spesso si blocca, mostra errori o non permette di registrare correttamente le carte di pagamento. Insomma, niente di nuovo per i servizi digitali sul web, proposti dal Governo, purtroppo.

1. Lo SPID Per accedere all’app io dovrete identificarvi e avrete due possibilità: lo SPID o la CIE 3.0. Non approfondiremo come richiedere i due metodi in questo articolo perchè altrimenti diventerebbe troppo confusionario, ma sappiate che se non avete nessuno dei due potete disinstallare l’app, o attendere il rilascio che dovrete richiedere ad un provider abilitato.

2. Usare l’app IO Una volta effettuato l’accesso all’app IO, dovrete scegliere un codice di sblocco, sceglietelo, confermatelo, e siete dentro. Qui, cliccate, in basso, nella tab “portafoglio” – successivamente sulla card “Bonus e sconti” e infine su cashback.

3. Aggiungere le carte e l’IBAN Accettate le condizioni d’uso e vi ritroverete il vostro saldo accumulato, pari ovviamente a 0€, e la possibilità di aggiungere le vostre carte di pagamento oltre ad un IBAN ove sarete poi rimborsati. Questo è tutto.

Risolvere i problemi tecnici? Al momento, come detto, l’app mostra segni di cedimento e rallentamenti/errori vari: non resta che attendere e ricaricare la pagina/app più volte per farla funzionare correttamente. Per ulteriori dettagli ed assistenza, visitate il sito ufficiale, Italia Cashless creato dal Governo.