Home WindTre WindTre: svelata una nuova truffa dei partner dell’operatore

WindTre: svelata una nuova truffa dei partner dell’operatore

A seguito di nuove indagini, la Procura di Milano ha scoperto una nuova truffa che avrebbero escogitato alcuni partner di WindTre. Accenture e Vetrya nell’occhio del ciclone

Negli ultimi giorni la Procura di Milano ha scoperto nuovi dettagli sullo scandalo di pagamenti fraudolenti che aveva investito WindTre e molti partner dell’operatore un anno fa. Se inizialmente gli utenti si erano visti addebitati servizi aggiuntivi ingannati da fraudolenti banner pubblicitari, a seguito delle ultime indagini dei pm si è scoperto che c’era un altro modo con cui gli utenti venivano truffati, bastava infatti passare su determinate pagine Web per far scalare il credito di 9 centesimi. Questo meccanismo era infine tarato per bloccarsi al tetto massimo di 1 euro al mese per evitare che l’utente se ne accorgesse in bolletta. Ovviamente questo sistema permetteva di ottenere grandi somme di denaro se applicato su larga scala.

Lunedì si è svolto un nuovo sequestro preventivo che ha portato al vincolo di 204.000 euro nei conti di Accenture (società partner tecnologica di WindTre da febbraio a giugno 2020) e di 109.000 euro nei conti di Vetrya (che dal dicembre 2019 svolge il ruolo di contrattualizza i produttori di contenuti Wind e che ha siglato un accordo con Open Fiber per la connettività ultraveloce). Inoltre ulteriori indagini hanno ipotizzato un conflitto di interessi di Vetrya che in quel momento avrebbe finito per ricoprire tutti i ruoli della filiera tra cui hub commerciale per Wind, produttore di contenuti, aggregatore di produttori di contenuti per Tim e gestore di call center del settore, andando in contrasto con la delibera n.108 dell’Agcom (2019).

Dati particolarmente interessanti sono quelli che WindTre ha fornito all’Agcom perchè in seguito all’inchiesta della Procura e al cambio di regole, che non permette più l’attivazione automatica di servizi aggiuntivi, il numero di clienti che avevano ricevuto l’attivazione di servizi aggiuntivi a pagamento è sceso da 8,2 milioni a soli 390. A rendere ancora più chiara la situazione è anche il numero di attivazioni su Accenture (società piattaforma tecnologica di WindTre da febbraio a giugno 2020) che sono passate da circa 30/40.000 nel mese di aprile 2020 a 2.000 nel mese di giugno 2020 per poi quasi azzerarsi nei mesi successivi.

Articolo precedenteAGGIORNATO: eSIM Very Mobile & iPhone 13: ora compatibile
Articolo successivoRimodulazioni Vodafone in arrivo: aumenti di 1,99€ per alcune offerte