Home WindTre Wind, addio autoricarica: disattivazioni di massa Bewind

Wind, addio autoricarica: disattivazioni di massa Bewind

Arriva praticamente la fine per l’ultimo piano con autoricarica: utenti in rivolta sul web

E’ il primo match, il primo di tanti altri, che non abbiamo mai raccontato. Adesso abbiamo deciso di farlo, raccogliendo le testimonianze di chi è stato colpito. Wind ha purtroppo deciso che il piano Bewind, l’ultimo piano tariffario (e non opzione tariffaria come Pieno Wind), debba essere eliminato. Sono arrivate numerose disattivazioni di SIM, che risultano bloccate anche in ricezione. L’avviso arriva via SMS.

Sicuramente, molte Bewind sono state utilizzate in modo erroneo: non è sempre un bene vantarsi di avere un credito alto con tanto di screenshot pubblicati in giro per il web.. Altre sono sicuramente frutto di un errore, o comunque dell volontà di eliminare definitivamente il piano stesso.

La cosa ben più grave, è che purtroppo ne è conseguito l’azzeramento del credito residuo: non bastava semplicemente rimodulare il piano(come va di moda ultimamente) ed eliminare il credito derivato da autoricarica “sospetto”?

wind bewind disattivazione

E’ davvero simpatico notare che le SIM sono bloccate anche in uscita, nonostante Wind chieda di chiamare il 155. Veramente grave la questione, in quanto ci si immedesima nelle persone che utilizzano il telefono per lavoro, persone che ricevono molte chiamate (e che quindi venivano ricaricati): con quale logica Wind ha deciso di – praticamente – cessare la SIM, rendendo inutilizzabile il numero di telefono?

Secondo indiscrezioni, le strade, se così possono esser chiamate, sono attualmente 3:

  • portabilità verso altro gestore per non perdere il numero;
  • riattivazione della SIM con tariffa a consumo (non è stata specificata quale);
  • cessazione totale della SIM.

Seguiranno ulteriori sviluppi della vicenda tramite aggiornamenti di questo articolo.