Home Tim TIM stacca la spina al TIM Tag: occhio se ne avete uno!

TIM stacca la spina al TIM Tag: occhio se ne avete uno!

TIM ha deciso di staccare definitivamente la spina al TIM Tag, un localizzatore GPS in voga alcuni anni fa

TIM ha definitivamente smesso di supportare il TIM Tag, il suo tracker/localizzatore GPS in voga alcuni anni fa e che ancora oggi faceva benissimo il suo dovere. Ma adesso vi raccontiamo meglio il tutto.

tim tag sconto

Alcuni anni fa TIM lancio TIM Tag sul mercato, un piccolo localizzatore con GPS e connessione 2G che permetteva di tracciare qualsiasi cosa: gli usi possibili erano i più disparati, dalla bici ad un animale domestico, o perfino un vero e proprio antifurto per auto economico, se ben nascosto e/o collegato sempre in carica. Arrivò prima in versione “normale”, poi in versione “slim”. Di prodotti del genere ne esistono tanti altri e negli anni non hanno avuto chissà quale migliorie tecniche, insomma, il Tim Tag, purtroppo era tutto tranne che a fine vita.

Probabilmente però non è mai stato un successo per TIM che ha ben presto abbandonato l’app, non aggiornandola più (addirittura su iPhone non è mai stata aggiornata al nuovo formato di schermo, mostrando bande nere sopra e sotto) però funzionava tutto, compreso l’addebito di 3€ al mese per utilizzare il servizio.

La nostra avventura con il TIM Tag

Nel nostro caso il prodotto era impiantato in una vettura, sempre in carica, e come potrete immaginare con funzione di tracker GPS.

L’ultimo rinnovo dell’opzione TIM Tag da 3€ al mese è avvenuto il 10 Febbraio 2022, Peccato che dal 3 Marzo e senza nessun avviso (avviso che il servizio clienti dice di aver inviato via SMS, peccato che quel dispositivo non li gestisca) l’opzione è stata fatta fuori ancor prima del termine della nostra mensilità pagata, e il tracker ha continuato a funzionare addebitandoci 2€ al giorno.

Insomma, solo dopo alcuni giorni, e visti gli addebiti sul conto corrente ci siamo insospettiti e avuto l’amara sorpresa: 16€ di addebito, ora rimborsati da TIM.

Morale della favola

Insomma, TIM ha fatto fuori l’opzione che forniva il (pochissimo) traffico dati mensile al suo tracker GPS, uccidendolo di fatto (non è possibile installare altre SIM). Dispositivo ancora pienamente funzionante a livello hardware/software, ma ormai considerato vetusto.

Se ne avete uno ancora attivo, che funziona correttamente ancora oggi, verificate dall’app TIM gli addebiti: state pagando 2€ al giorno!

Alternative al TIM Tag

Ad oggi, l’alternativa più “easy” proposta da un gestore e per ora pienamente supportata e sempre aggiornata è di Vodafone, il Vodafone Smart Curve costa poco e funziona alla grande. Lo abbiamo in test da alcuni mesi, fa le stesse cose del TIM Tag in pratica.


📱 Cerchi la tariffa perfetta per il tuo smartphone? O preferisci scoprire le migliori offerte Fibra? 👨‍💻

📰 Seguici su Telegram e su Google News per non perderti un articolo a tema risparmio.

Articolo precedenteLidl: un concorso permette di vincere 30 anni di spesa gratis
Articolo successivoIliad, la Fibra soffre di continue disconnessioni ad oggi non risolte
Fondatore di questo sito, appassionato di tecnologia e "malato" di smartphone e telecomunicazioni da sempre. Classe 1992, mi piace scrivere, esporre le mie idee, confrontarmi e il giusto mix tra tutto questo equivale a Tariffando