Home FastWeb Tim, Fastweb e Huawei danno il via alla sperimentazione del 5G a...

Tim, Fastweb e Huawei danno il via alla sperimentazione del 5G a Bari e Matera

Parte il  progetto per la sperimentazione 5G a Bari e Matera. Entro il 2019 Tim, Fastweb e Huawei prevedono la totale copertura 5G nelle due città

Tim, Fastweb e Huawei, le tre aziende che si aggiudicarono l’area 3 composta da Bari e Matera per la sperimentazione del 5G, danno il via al loro progetto per la realizzazione della nuova rete mobile nelle due città. Le tre aziende vincitrici del bando, hanno presentato un piano che coinvolge 52 soggetti internazionali, nazionali e locali tra cui diversi centri universitari di eccellenza, aziende primarie ICT e diverse importanti imprese. Il progetto di TIM, Fastweb e Huawei, ha come scopo quello di raggiungere  in un breve lasso di tempo importanti traguardi;  non è quindi esclusa la possibilità che le tre aziende riescono ad ottenere maggior traguardi di sperimentazione in anticipo rispetto alle tempistiche previste dell’Action Plan 5G della Commissione UE.

Il progetto, prevede il primo utilizzo del 5G nelle città entro giugno 2018. La copertura 5G verrà poi ampliata nei mesi successivi, ed entro la fine dello stesso anno, raggiungerà il 75% della popolazione, per poi espandersi definitivamente entro il 2019 in entrambe le città. Tale sperimentazione, permetterà la realizzazione di una piattaforma digitale aperta affinché  anche altri soggetti (pubbliche amministrazioni, partner tecnologici ecc..) possano proporre altre iniziative, per lo sviluppo di applicazioni e servizi supportate dalla rete 5G.

La tecnologia 5G verrà sfruttata per realizzare il primo  porto 4.0 a Bari, nonché uno dei primi in Italia.  Il porto 4.0 apporterà notevoli miglioramenti alla sicurezza, agli accessi e alla logistica. La nuova rete mobile sarà invece sfruttata a Matera per la virtualizzazione e ricostruzione 3D di siti archeologici e musei, fino ad arrivare alla realizzazione di veri e propri geomusei virtuali.

Le frequenze 5.0, che permetteranno l’avvio dell’ambizioso progetto delle tre aziende, saranno messe a disposizione a breve. Nei prossimi anni l’innovazione porterà ad un vero e proprio ecosistema digitale nelle due città. Smart City, public safety, monitoraggio ambientale, industry 4.0, sanità 5G, ma anche media education e realtà virtuale, automotive, mobilità e sicurezza stradale, e tanti altri servizi digitali ben presto saranno realtà.