Home Tim TIM: nuovi servizi della rete 5G in prova al Monza Rally Show

TIM: nuovi servizi della rete 5G in prova al Monza Rally Show

Il Monza Eni Circuit è da oggi il primo autodromo d’Europa coperto da rete 5G. I nuovi servizi abilitati alla nuova rete saranno provati nell’annuale Monza Rally Show

Parte oggi, con la copertura del Monza Eni Circuit, lo sviluppo del 5G di TIM in Lombardia. Il programma di sviluppo della nuova rete partirà proprio dal circuito brianzolo dove in questi giorni si terrà l’annuale Monza Rally Show.

A partire da oggi, il Monza Eni Circuit sarà il primo autodromo d’Europa coperto dalla rete 5G e renderà disponibili agli appassionati di sport motoristici, servizi innovativi che consentiranno di vivere un’esperienza ancora più ricca e coinvolgente durante le competizioni. Una prima prova delle potenzialità della nuova rete 5G di TIM si è avuta nella giornata di oggi dove gli spettatori hanno avuto la possibilità di seguire una prova su pista di una Skoda Fabia rally guidata da Marco Bonanomi e navigata da Gigi Pirollo. Grazie al 5G è stato possibile eseguire uno streaming live multiview a 360°, mentre tramite il servizio TIM 5G Live è stato possibile raccogliere le immagini dalle telecamere lungo la pista, action cam poste all’interno della vettura e da un drone in vole, il tutto con riprese in 4K e a 360° e con passaggi da un video all’altro istantanei e con una grande qualità di livestream grazie a più flussi video trasmessi in contemporanea con bassissima latenza. Il Monza Rally Show sarà inoltre trasmesso interamente in diretta nazionale su rete 5G, nei principali negozi TIM 5G di Roma, Napoli, Palermo e Catania.

Parole positive sono arrivate dal Direttore Generale del Monza Eni Circuit, Pietro Benvenuti che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Il Monza Eni Circuit conferma la sua tradizione di polo attrattivo per le innovazioni. Sulla pista di Monza sono stati studiati importanti sviluppi in campo tecnologico e automotive che hanno concretamente migliorato la vita di tutti i giorni. L’Autodromo di Monza è oggi il primo in Europa ad essere coperto dalla rete 5G, grazie a TIM. Il pubblico del Monza Rally Show potrà provare in prima persona, durante i tre giorni dell’evento, quali sono le incredibili applicazioni di questa innovativa tecnologia. Dalla prossima stagione sportiva, i team dotati di applicativi 5G che correranno nel Tempio della Velocità potranno quindi avvalersi di servizi che consentiranno loro di ricevere e analizzare i dati delle vetture in pista con velocità e qualità superiore a qualsiasi altra rete esistente. Ancora una volta dunque l’Autodromo di Monza, nato nel 1922, dimostra di essere all’avanguardia nel mondo dell’auto e del motorsport. Si tratta di un rinnovamento necessario per garantire all’impianto un futuro che andrà ben oltre i cento anni di storia che ci apprestiamo a festeggiare”.

Durante l’evento a Monza, TIM ha presentato un’ampia gamma di applicazioni già possibili con il 5G di TIM tra le quali spiccano:

  • Auto a guida remota: sarà possibile guidare un’auto in pista da una postazione di guida remota all’interno dell’autodromo che ha accesso ai flussi video provenienti dall’esterno dove si muove la macchina. La piattaforma di controllo sull’auto raccoglie in tempo reale dati e contenuti multimediali dalle telecamere o radar installate sul veicolo che verranno trasmessi alla postazione remota grazie all’affidabilità, sicurezza e velocità della rete 5G
  • Smart City e pubblica sicurezza: la rete 5G offrirà servizi per la città quali gestione del traffico, riduzione dell’inquinamento atmosferico, ottimizzazione delle risorse della città, gestione dell’illuminazione e del ciclo di rifiuti e anche pubblica sicurezza. Tale iniziativa è stata presa in considerazione da TIM anche con la volontà di installare armadietti “intelligenti”
  • Realtà virtuale: attraverso l’utilizzo di visori VR sarà possibile vivere un’esperienza di visita virtuale da remoto in luoghi di interesse turistico e interagire in tempo reale con guide vere e proprie connesse nello stesso ambiente virtuale. Il 5G abilita questo tipo di esperienza grazie alla bassissima latenza che consentirà agli interlocutori di interagire in modo naturale ed in tempo reale
  • Realtà aumentata con postazione paziente: attraverso l’utilizzo di sistemi di comunicazione Optip collegati alla rete 5G, sarà possibile realizzare una connessione olografica tra due o più utenti remoti con possibilità di scambiarsi informazioni più o meno complesse sotto forma di ologramma
  • Robotics: grazie a questa applicazione sarà possibile gestire a distanza impianti industriali, garantendo una maggiore efficienza, affidabilità e sicurezza rispetto alle reti wired/wireless tradizionali
  • Droni: con la rete 5G, il monitoraggio da parte dei droni avverrà in tempo reale permettendo a quest’ultimi di essere utilizzati per il controllo di grandi opere (come avanzamento lavori e rilievo di cantieri) o per la prevenzione e mitigazione dei rischi
  • TIM Games: TIM sarà inoltre il partner tecnologico della Game Arena dell’autodromo di Monza per i tornei eSports. La rete 5G permetterà di sperimentare, grazie alla bassissima latenza e alla capacità della rete mobile che consente un elevato numero di connessioni simultanee, un’esperienza di gioco fluida con una resa grafica ottimale

Il Monza Eni Circuit è però solo l’inizio dello sviluppo della rete 5G di TIM, che da domani accenderà la nuova rete anche a Brescia in diversi quartieri della città. Altra significativa tappa dello sviluppo del 5G di TIM in Lombardia sarà Milano, dove l’operatore ha già installato oltre 60 nodi 5G che coprono le zone più importanti della città. La rete sarà attivata non appena il Ministero dello Sviluppo Economico decreterà il termine della sperimentazione istituzionale 5G nell’area metropolitana di Milano. TIM ha intenzione di installare a Milano oltre 100 nodi entro la fine del 2019 e raddoppiare il numero nel 2020. Nei primi mesi del 2020, il 5G verrà attivato anche a Bergamo, Como e Varese.