Home Editoriale Expo 2015: nutrire il pianeta, energia per la vita

Expo 2015: nutrire il pianeta, energia per la vita

EXPO 2015 l’evento italiano più importante dell’anno visto con gli occhi di Tariffando

EXPO 2015 è certamente l’evento più importante di questo anno che troviamo in Italia. Questa grandissima fiera che si trova nei pressi di Milano incentrata sul cibo e l’alimentazione nel mondo è una bellissima occasione per conoscere paesi che magari non visiteremo mai nella nostra vita. Noi ci siamo stati e vogliamo condividere con voi questa interessantissima esperienza:

expo 2015

EXPO 2015 è stata una esperienza bellissima e istruttiva proveremo a descrivervela per quanto possibile e magari darvi qualche consiglio per vistarla in base alla nostra esperienza.

Dopo aver svolto i controlli e percorso un lungo tratto ci si ritrova direttamente proiettati all’interno dell’EXPO:
Tutto inizia dal Padiglione Zero passaggio “obbligato” per iniziare questa fantastica avventura che ci porta alla visita di tante culture ed etnie differenti che probabilmente nell’arco di tutta la nostra vita non avremo mai la fortuna di visitare. Il tema dell’EXPO 2015 che si tiene in Italia è il cibo e l’alimentazione in tutte le sue sfumature: dal produttore al consumatore, dal seme al prodotto finito. Il Padiglione Zero è proprio la rappresentazione di questo concetto, la spiegazione del tema centrale.

unnamed-22-777x350

Superato il primo padiglione e le prime file si entra nel cuore dell’EXPO 2015. Organizzazione eccellente e realizzazione encomiabile. Al di là delle critiche che sono state mosse che noi non commenteremo, la riuscita a nostro parere è stata buona. Entrati dunque nel cuore dell’EXPO, mappa alla mano ci si rende subito conto che esso è organizzato prevalentemente su due strade principali che formano una croce. La parte più lunga è di circa 1500 metri e lungo questa via a destra e sinistra si trovano tutti i padiglioni dei paesi.

IMG_20150523_002342

 

La parte trasversale invece è riservata all’Italia e alle sue regioni (siamo rimasti tristemente sorpresi di non averle trovate tutte). Il padiglione dell’Italia si trova proprio su questa strada, alla fine, accanto all’albero della vita. L’albero della vita è un po’ il simbolo di questo EXPO 2015 che dalle 19:00 in poi regala spettacoli di luce e musica molto coinvolgenti.

Come dicevamo ci sono davvero tante cose da vedere: spettacoli nel teatro all’aperto, i cluster di cacao, spezie ecc. parchi dove i bambini possono intrattenersi e giocare e tanto altro.

Analizzando in totale l’EXPO 2015 ci sentiamo di dirvi che è una esperienza da fare sia per la sua rarità che per i contenuti. È praticamente impossibile visitarlo in un solo giorno in quanto 1 milione di metri quadrati di area sono davvero tanti per un comune essere umano, non solo per la quantità di cose da vedere ma anche per le file che purtroppo si devono fare in molti padiglioni per potervi entrare. Queste file sono dovute prevalentemente al fatto che alcuni paesi si sono organizzati con rappresentazioni (video, audio o fisiche) per intrattenere i visitatori e spiegare in modo alternativo il proprio paese e questo comporta inevitabilmente un rallentamento nella visita del padiglione. Per riuscire dunque a visitare quasi tutti i padiglioni abbiamo scelto l’opzione di un giorno intero (dalle 10:00 alle 23:00) più un biglietto ridotto serale (dalle 19:00 alle 23:00 al costo di 5€). I biglietti si posso acquistare sia online che prima dei controlli. Vi consigliamo di muovermi con la metro per raggiungere l’EXPO prendendo la rossa con direzione Rho Fiera EXPO 2015. Il biglietto costa 5€ andata e ritorno (è un biglietto “speciale” perché la fermata è oltre il limite urbano quindi grava di una sovrattassa potete acquistarlo tranquillamente in qualsiasi edicola della metro). Arrivati all’ultima fermata basta seguire le indicazioni e arriverete ai controlli che funzionano come quelli in aeroporto: metal detector e biglietto alla mano. Se portate l’acqua probabilmente vi chiederanno di berne un sorso per questioni di sicurezza.

Per tutti coloro che vogliono andare all’EXPO immaginandolo come una sagra dove poter mangiare a sbafo e tornare a casa con la pancia che sta per esplodere consigliamo di rimanere a casa. Mai tale idea fu più lontana dal concetto che è espresso. Il significato è più che altro la tecnologia legata all’alimentazione non è dunque una esposizione di cibo ergo niente assaggini di cose da mangiare o piatti tipici esposti.

Ci inseriamo in questo discorso per parlarvi appunto di cosa mangiare all’EXPO. Siamo partiti molto sfiduciati onestamente poiché avevamo sentito che le cose erano costosissime e che era praticamente impossibile mangiare lì di fatti ci siamo portati da mangiare da casa i classici panini della nonna. Vi diremo tuttavia che abbiamo girato qualche ristorante e ci siamo accorti come probabilmente le voci di questi prezzi tanto esosi forse sono stati messi in giro dagli stessi che pensavano di trovare gli assaggini in ogni padiglione. Certamente non è gratis, ma i prezzi ci sono sembrati gli stessi di quelli che si trovano in un comune ristorante: 25€ primo secondo e bibita. Forse molte persone si aspettavano prezzi bassissimi perché vedevano l’EXPO 2015 come occasione per assaggiare i cibi delle diverse etnie presenti, ma questo non è possibile (forse perché come detto non era proprio stato concepito dall’inizio) perché andremmo a spendere un patrimonio. Si trovano tuttavia anche alcuni chioschi dove mangiare cose più leggere a minor prezzo e anche dei ristoranti italiani dove col classico piatto di pasta, una cotoletta e la bibita si paga all’incirca 10€. Per gli amanti del Mc Donald invece possono godersi il loro bel panino nel “padiglione” del noto marchio americano. L’acqua è gratis e ci sono delle fontane dove è possibile dissetarsi con della fresca acqua naturale o gasata (ebbene si, acqua gasata alla fontana per tutti!).

Non temete la pioggia: una delle genialate apparentemente banale ma più utile di quel che sembra è che tutto il percorso è al “coperto”. Come infatti noterete dalla foto avrete sulla testa tendoni che vi proteggeranno dalle intemperie.

I più belli secondo noi:

C’è una piccola premessa che vogliamo fare ovvero che onestamente ci è sembrato che non tutti i paesi avessero capito che l’alimentazione era il tema centrale di questo EXPO 2015 infatti all’interno dei rispettivi padiglioni a volte di cibo si parlava poco (e a volte proprio per nulla). Per un motivo o per un altro quelli che ci sono rimasti più impressi sono:

Quello Italiano per ovvie ragioni di appartenenza e anche perché ci è sembrato quello più in linea con la logica dell’EXPO 2015. La stanza degli specchi ci è sembrata davvero simpatica.

IMG_20150523_003437

Quello della Korea ci ha piacevolmente sorpreso

expo-decolla-folla-nei-padiglionivisitatori-da-tutto-il-mondo-fotovideo_16b88e4c-f0cf-11e4-99d8-2193ce3b711d_700_455_big_story_linked_ima

Quello del Brasile divertente per il suo simpatico tappetto di corde molleggianti.

IMG_20150523_002517

Quello della Germania certamente il più interattivo.

photo_2015-06-01_15-28-33

Quello del Kuwait per l’atmosfera e i giochi con l’acqua

IMG_20150522_191816

 

Quello della Francia perché insieme a quello italiano era uno dei pochi che sembrava aver capito il tema principe.

IMG_20150522_161715

Quello dell’Iraq che ci è sembrato uno tra i meglio organizzati (come disposizione del percorso).

IMG_20150524_211745

Certamente tutti erano belli da fuori con queste costruzioni molto particolari alcune davvero imponenti. Quello che ci ha deluso di più probabilmente è stato quello americano tutto fumo e niente arrosto. Vi lasciamo qualche altra foto random che abbiamo scattato:

 

Consigli per l’uso EXPO 2015:
Abbiamo pensato che darvi qualche dritta potrebbe essere utile per ottimizzare i tempi soprattutto se non avete la possibilità di tornarci il giorno dopo. Dopo il Padiglione Zero il nostro consiglio è di percorrere la strada principale fino alla fine (entrando ovviamente in orario alle 10) e iniziare a vedere i padiglioni alla fine poiché non solo sono i più “importanti” ma anche perchè potreste evitare di farvi qualche fila. Inoltre vi consigliamo di trovare un punto ristoro e mangiare verso l’13:00 così da trovare facilmente posto per sedervi e riposarvi (credetemi inizierete a sedervi su qualsiasi cosa sia sporgente arrivati ad un certo punto della giornata). Inquadrate dove si trovano le fontane con l’acqua poiché noi sulla mappa non le abbiamo trovate segnalate. La cosa più importante è: non fatevi prendere dal panico nelle file e armatevi di pazienza!

Speriamo di essere riusciti a darvi qualche consiglio utile e di avervi fatto un po’ immaginare l’atmosfera EXPO 2015. Ricordatevi di visitare il sito per ulteriori chiarimenti.


📱 Cerchi la tariffa perfetta per il tuo smartphone? O preferisci scoprire le migliori offerte Fibra? 👨‍💻

📰 Seguici su Telegram e su Google News per non perderti un articolo a tema risparmio.

Articolo precedenteTIM: internet no limits 22,90€/mese
Articolo successivoCoopVoce ChiamaTutti Smart la nuova promozione