Incentivi auto, dal 10 Gennaio 630 Milioni disponibili: nel dettaglio i bonus previsti

auto inventivi 2023

Partono domani 10 Gennaio 2023 gli incentivi per l’acquisto di una nuova vettura: priorità alle auto ibride: stanziati ben 630 Milioni di Euro

Gli incentivi Ecobonus per l’acquisto di veicoli nuovi non inquinanti sono stati riproposti a partire dal 10 Gennaio 2023. Il governo ha stanziato 630 Milioni di Euro per l’anno in corso, secondo quanto previsto dal DPCM del 6 aprile 2022 e dalla Legge di Bilancio 2021. Queste risorse saranno suddivise in tre categorie di veicoli: autoveicoli di categoria M1, motocicli e ciclomotori compresi tra la categoria L1e e L7e, e veicoli commerciali elettrici di categoria N1 e N2.

Per quanto riguarda i veicoli di categoria M1 (auto), 190 Milioni di Euro sono stati stanziati per quelli con emissioni comprese nella fascia 0-20 grammi di anidride carbonica per chilometro e prezzo di listino pari o inferiore a 42.700 euro IVA inclusa. In questo caso, gli incentivi sono pari a 3.000 euro senza rottamazione e 5.000 euro con rottamazione. Per i veicoli con emissioni comprese nella fascia 21-60 grammi di anidride carbonica per chilometro e prezzo di listino pari o inferiore a 54.900 euro IVA inclusa, sono stati stanziati 235 milioni di euro con incentivi pari a 2.000 euro senza rottamazione e 4.000 euro con rottamazione. Infine, per i veicoli con emissioni comprese nella fascia 61-135 grammi di anidride carbonica per chilometro e prezzo di listino pari o inferiore a 42.700 euro IVA inclusa, sono stati stanziati 150 milioni di euro con incentivi solo con rottamazione pari a 2.000 euro.

Per ottenere gli incentivi con rottamazione, l’auto deve essere stata posseduta per almeno un anno e deve essere inferiore alla classe di emissione Euro 5. Inoltre, il 5% delle somme stanziate per i veicoli M1 elettrici e ibridi plug-in è stato riservato agli acquisti da parte di persone giuridiche per attività di car sharing o noleggio.

Per quanto riguarda i motocicli e i ciclomotori compresi tra la categoria L1e e L7e, sono stati stanziati 5 milioni di euro per i veicoli non elettrici e 35 milioni di euro per quelli elettrici.

Inoltre, l’Ecobonus verrà esteso anche ai veicoli commerciali elettrici di categoria N1 e N2, come furgoni e camioncini, per un totale di 15 milioni di euro.

La partenza degli incentivi è stata fissata alle 10:00 del 10 gennaio 2023. da quel momento, i concessionari potranno tornare a inserire le prenotazioni sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it.

Gli incentivi Ecobonus rappresentano un’ottima opportunità per chi desidera acquistare un veicolo più sostenibile e ridurre le proprie emissioni di anidride carbonica. Inoltre, questi incentivi possono essere un vantaggio anche per chi decide di rottamare il proprio veicolo e acquistarne uno più efficiente dal punto di vista energetico. Tuttavia, è importante verificare attentamente i requisiti e le condizioni per ottenere gli incentivi, per evitare di incontrare eventuali problemi o ritardi nell’ottenimento delle agevolazioni previste.

Incentivare l’acquisto di veicoli più sostenibili rappresenta un passo importante per migliorare la qualità dell’aria e proteggere l’ambiente. Per questo motivo, il governo ha deciso di stanziare risorse per questo scopo, offrendo un incentivo concreto a chi desidera fare una scelta più responsabile per il proprio trasporto. Se sei interessato a beneficiare degli incentivi Ecobonus, non esitare a consultare la piattaforma ecobonus.mise.gov.it o a rivolgerti a un concessionario per maggiori informazioni.

Tariffando.it
Logo